ENERGIA PULITA! Possibilità per Tutti

Grandissima possibilità per Pubblici e Privati in materia Energetica.
Sia per Edifici che Autoveicoli.

—-
IL COMUNE DI URGNANO DOVREBBE PARTECIPARE AL BANDO PER RIQUALIFICARE EDIFICI PUBBLICI, COME SCUOLA O COMUNE STESSO, PER AUMERNTARNE L’INDIPENDENZA ENERGETICA
—-

Alleghiamo due bandi con relativo riassunto:

Regione Lombardia della Direzione Generale Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile. Nel dettaglio:

——————————

“Bando di contributi per sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici” (bando a sportello con una dotazione finanziaria di 2 milioni di euro) destinato a soggetti pubblici e privati residenti in Lombardia:

OBIETTIVI 
Aumentare l’autoconsumo di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili per diminuire le emissioni di gas serra derivanti dalla produzione di energia da combustibili fossili. 

DOTAZIONE 
2.000.000,00 euro, eventualmente rifinanziabili con ulteriori risorse aggiuntive derivanti dalle economie del bando “Edifici ad Emissioni zero” (ADPQ Ambiente Energia). 

FINALITÀ 
Acquisto e installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici. 

SOGGETTI BENEFICIARI 
Soggetti pubblici e privati residenti in Lombardia. 

CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO
Contributo a fondo perduto fino al 50% delle spese dell’intervento, IVA compresa, fino ad un massimo di 5.000 euro per ciascun intervento ammesso. 

MODALITÀ DI ACCESSO 
Bando a sportello, con accesso in ordine cronologico fino a esaurimento delle risorse. 

INTERVENTI AMMISSIBILI 
Acquisto ed installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici. 
Sono escluse le spese relative all’acquisto e all’installazione dell’impianto fotovoltaico e le spese per interventi edilizi. 
Un sistema di accumulo è incompatibile con gli impianti FV incentivati con il I° Conto Energia in scambio sul posto. 

REQUISITI TECNICI DI AMMISSIBILITÀ 
I sistemi di accumulo dovranno soddisfare i seguenti requisiti: 
• sistemi di accumulo connessi a impianti fotovoltaici dotati di generatore di potenza nominale fino a 20 kW; 
• sistemi di accumulo collegati secondo gli schemi di connessione previsti dalla norma CEI 0-21; 
• sistemi di accumulo realizzati con tecnologia: 
o elettrochimica (es., Pb acido, ioni di Litio) 
o meccanica (es. volano) 
Le installazioni dei sistemi di accumulo dovranno essere eseguite in conformità alle norme di sicurezza vigenti. 

SPESE AMMISSIBILI 
Sono ammesse spese a decorrere dalla data di conferma della prenotazione del contributo per: 
• costo d’acquisto del sistema di accumulo e dell’eventuale contatore aggiuntivo per la misura dell’energia scambiata dal sistema di accumulo, se richiesto dalla norma CEI 0-21. 
• costo dell’installazione del sistema di accumulo e dell’eventuale contatore aggiuntivo, 
• costo approntamento della documentazione tecnica per il GSE (se l’impianto fotovoltaico è incentivato dal Conto Energia) e per il Distributore di energia elettrica; 
• IVA, se non detraibile. 

—————————-

“Bando di contributi per punti di ricarica domestica di autoveicoli elettrici” (bando a sportello con una dotazione finanziaria di 1 milione di euro) destinato a privati cittadini, condomini, ditte individuali e società, residenti (o con sede operativa) in Lombardia:

OBIETTIVI 
Diffondere l’utilizzo degli autoveicoli elettrici privati per diminuire l’inquinamento atmosferico generato dai trasporti, soprattutto in ambito urbano. Si incentiva l’utilizzo dell’autovettura elettrica sovvenzionando l’infrastruttura di ricarica privata. 

DOTAZIONE 
1 milione di euro, eventualmente rifinanziabile con ulteriori risorse aggiuntive del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. 

FINALITÀ 
Acquisto e installazione di punti di ricarica domestica per autoveicoli elettrici. 

SOGGETTI BENEFICIARI 
Privati cittadini, condomini, ditte individuali e società, residenti (o con sede operativa) in Lombardia. 

CARATTERISTICHE DEL CONTRIBUTO 
Contributo a fondo perduto fino all’80% delle spese dell’intervento, IVA compresa, fino ad un massimo di 1.500 euro per ciascun intervento ammesso. 

MODALITÀ DI ACCESSO 
Bando a sportello con accesso in ordine cronologico fino a esaurimento delle risorse. 

INTERVENTI AMMISSIBILI 
Acquisto ed installazione di punti di ricarica domestica per autoveicoli elettrici (wall-box/ colonnina). 
Sono ammesse le spese relative a piccoli interventi edilizi finalizzati all’installazione del punto di ricarica. 
È ammesso il leasing e/o il comodato d’uso dell’autoveicolo elettrico. 
E’ ammesso il finanziamento di una colonnina con più prese (ad es. due prese, in grado di ricaricare in parallelo due veicoli) a cui è assegnato un contributo di importo max di 1.000 euro per ciascuna presa. Per interventi relativi a più punti di ricarica riferiti ad un unico richiedente l’importo del contributo complessivo è la somma dei singoli contributi. 
Ogni richiedente può presentare domande di contributo per un massimo di 5 punti di ricarica, corrispondenti a 10 veicoli, pari ad un contributo max di 10.000 euro. 

REQUISITI TECNICI DI AMMISSIBILITÀ 
Punto di ricarica conforme al Modo 3 della normativa internazionale EN 61851-1, comunemente definito “wall-box” (o “colonnina” nel caso di due prese) con connettore o presa per la ricarica conforme alla norma EN 62196-2 e tipo di connessione compatibile con il proprio autoveicolo. La wall-box/colonnina deve essere marcata CE e deve essere connessa all’impianto elettrico mediante morsetti. Gli impianti elettrici devono essere realizzati a regola d’arte da un elettricista qualificato e in particolare rispettare le norme CEI 64-8/722 e CEI 64-50. La 
wall-box/colonnina potrà anche essere di tipo modulabile in potenza ovvero controllabile da un sistema di gestione dell’energia in modo da rendere possibile la modulazione automatica della potenza di ricarica dell’autoveicolo elettrico in funzione della potenza realmente disponibile a valle del contatore al fine di evitare il superamento della soglia contrattuale (apertura automatica del contatore) e, quando presente, sfruttare al meglio la produzione di energia locale da fonte rinnovabile. 

SPESE AMMISSIBILI 
Sono ammesse spese a decorrere dalla data di conferma della prenotazione del contributo per: 
• costo d’acquisto del punto di ricarica (wall-box/colonnina); 
• costo dell’installazione del punto di ricarica; 
• costo d’adeguamento potenza per allaccio wall-box oppure spese per eventuale contatore dedicato (se la wall-box non può essere connessa al POD domestico); 
• IVA, se non detraibile. 

Queste misure contribuiscono all’attuazione del Programma Energetico Ambientale Regionale (PEAR), che mira all’efficientamento del patrimonio edilizio esistente, soprattutto pubblico, e individua tra le azioni prioritarie l’utilizzo di sistemi di accumulo dell’energia prodotta da fonti rinnovabili e la transizione del settore dei trasporti verso la mobilità elettrica.

I bandi, attualmente in fase di definizione, saranno pubblicati entro la fine del mese di marzo con successivi provvedimenti del Dirigente dell’Unità Organizzativa Energia e Reti Tecnologiche della Direzione Generale Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile e saranno attivi dal mese di aprile.

In allegato, il testo integrale del dgr. n. 4769 del 28 gennaio 2016 “Misure di incentivazione per la diffusione dei sistemi di accumulo di energia elettrica da impianti fotovoltaici e di sistemi di ricarica domestica per i veicoli elettrici”.

DOWNLOAD BANDO

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...